Lo statuto

La GIOVANE MONTAGNA è una associazione alpinistica nata a Torino nel 1914 con l'obiettivo di proporre un alpinismo nel quale la componente tecnica non escluda i valori umani e spirituali...

La storia della sez. di Mestre

Era di martedì il 17 DICEMBRE del 1946 quando un gruppo di giovani appassionati di montagna si riunì...

Le cariche

IL Consiglio direttivo in carica per il biennio 2018-2020.

Anello delle Malghe di Porzus

Il ritovo è previsto alle ore 7:00 davanti alla sede.Anello delle Malghe di PORZUS

Domenica 28 aprile 2019 è in programma la gita sociale "Anello delle Malghe di PORZUS".

L'eccidio di Porzûs consistette nell'uccisione, fra il 7 e il 18 febbraio 1945, di diciassette partigiani (tra cui una donna, loro ex prigioniera) della Brigata Osoppo, formazione di orientamento cattolico e laico-socialista, da parte di un gruppo di partigiani – in prevalenza gappisti – appartenenti al Partito Comunista Italiano. L'evento – considerato uno dei più tragici e controversi della Resistenza italiana - fu ed è tuttora fonte di numerose polemiche in ordine ai mandanti dell'eccidio e alle sue motivazioni. (Wikipedia)

Ferrata “Centenario SAT- Via dell'amicizia”

CIMA SAT (Alpi di Ledro)

Sabato 27aprile 2019

Il ritovo è previsto alle ore 6:00 davanti alla sede.Ferrata

La Ferrata Centenario SAT - Via dell'Amicizia, venne inaugurata nel 1972 per il centenario della SAT, la Società degli Alpinisti Tridentini, fondata l'8 settembre 1872. Il percorso sale per lo scosceso versante orientale della Rocchetta e raggiunge Cima Sat. La ferrata è famosa per il panorama che offre sul Lago di Garda e su Riva.

Come dotazione necessari: set da ferrata omologato, imbrago, casco, scarpe adatte (non da ginnastica).

Ferrata per Passione 2019

ferrata per passione 2019

Corso di ferrate organizzato dalla Scuola di Alpinismo “M. Campanelli” della Giovane Montagna di Mestre, con la collaborazione della Guida Alpina Maurizio Venzo

3 lezioni teoriche nella sede della GM
Martedì 14, 21, 28 maggio alle ore 21

3 Uscite in ambiente
Domenica  19 maggio, 2 e 23 Giugno
trasferimenti in automobile

Costo complessivo:
iscrizione al corso 115,00€ + quota sociale annuale compresa di assicurazione 35,00€*

Iscrizioni entro il 10 maggio
Il corso si svolgerà al raggiungimento di un minimo di 7 iscritti e ne verranno accettati un massimo di 15

*25€ per gli iscritti ad una delle associazioni aderenti a Mestre Montagne.

Per informazioni e iscrizioni:
Alberto 0415384358 - 335 5464368
Valentina 3471937271
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giovane Montagna di Mestre
Via Gazzera Bassa n. 2
www.giovanemontagnamestre.i
t

 Scarica il volantino

25 Aprile - Marcia di Liberazione dei Fiumi Meolo Vallio Musestre

Escursione Naturalistica

Il punto di partenza scelto è da Villa Fioravanti Onesti a San Biagio di Callalta (si veda la cartografia allegata). Il parcheggio per le auto è poco lontano, in via Risorgimento a San Biagio di Callalta.

Si percorre la sponda destra del fiume Vallio, scendendo inizialmente verso Roncade.

Quindi si passa alla sponda sinistra fino a Roncade (via Casaria e ancora più a valle fino a via Pisani), svoltando a sinistra per una stradina di sassi fino a raggiungere l'abbazia di Santa Maria del Pero a Monastier di Treviso. Da qui si risale lungo il fiume Meolo, alla destra idrografica, per passare alla sinistra idrografica fino a raggiungere un luogo suggestivo, dove il fiume Meolo e Vallio si toccano a San Biagio di Callalta.

Il percorso a piedi è di circa 14 km da realizzare in circa 4 ore (dalle ore 9 alle ore 13 circa). In caso di pioggia o condizioni meteo avverse, l'escursione potrebbe essere rinviata.

Durante il giro di perlustrazione sono stati incontrati alcuni dei proprietari rivieraschi ed è stato chiesto il permesso di transitare nelle loro proprietà. Non sono stati rinvenuti ostacoli o impedimenti al transito lungo le sponde e gli argini (a parte qualche tratto con rovi).

Tra le Dolomiti e le Alpi Carniche. Il resoconto dell'uscita

Sabato, 16 febbraio 2019.

malganemes
Dal passo Monte Croce Comelico, saliamo su per il bosco, su una carrareccia ben innevata e battuta.
Nel primo tratto, incontriamo dei soldati in mimetica invernale che scendono con gli sci.
E’ tutto un bel salutare, anche se loro passano in fretta, rapidi, uniformi.
Il nostro invece è un gruppo colorato di ben trentaquattro persone tra cui due bambini Matteo e Anna, neppure decenni.
C’è chi è alla sua prima escursione in montagna e con le ciaspe prese in affitto in pianura è un po’ più impacciato e chi, appassionato di libertà, vorrebbe spingersi avanti.
Al primo e unico bivio il gruppetto di testa prosegue dritto costringendo Eros, il capo gita, all’inseguimento veloce. Noi li attendiamo illuminati dal sole tiepido.....

Parlano di noi...2

Gente Veneta n.5Sul numero 5 del settimanale locale Gente Veneta, del 1 febbraio 2019, è stata pubblicata la relazione dell'uscita notturna al rifugio  Alpe Madre .

 Scarica l'articolo

Rif. Alpe Madre . Il resoconto dell'uscita

Sabato 26 gennaio, all'imbrunire.

Lasciate le auto a Campo Solagna, siamo saliti su per la montagna, lasciando la pianura con le sue luci. Neve poca, a tratti.....

Parlano di noi...

Gente Veneta 23Sul numero 4 del settimanale locale Gente Veneta, del 25 gennaio 2019, è stato pubblicato un bel articolo sulla nostra associazione .

 Scarica l'articolo

 

 

 

 

 

 

Vivere L'Ambiente 2019 - 23° ciclo 

NATURA 2000Vivere l'ambiente 2019

Anche per il 2019 la sezione Giovane Montagna di Mestre aderisce all’attività di “Vivere l’Ambiente”, le cui uscite sono dedicate alla conoscenza di “NATURA 2000 - La rete europea per la tutela della biodiversità”, il grande sistema di riserve per la protezione delle biodiversità dell’Unione Europea: 27.000 siti naturali protetti, che corrispondono al 18% della superfice dell’Unione.

Quest’anno visiteremo nove tra i Siti di Interesse Comunitario (SIC) selezionati in Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia.Ne scopriremo ricchezze e fragilità, luci e ombre, passato e futuro, per farne un quadro e capire insieme se e quanto l’ambiente naturale risulta compresso tra la necessità e l’impegno per la sua conservazione e i molteplici interessi economici che ne compromettono l’integrità se non la reale sussistenza.

Con l’aggiunta delle serate culturali cercheremo di acquisire una visione dei più significativi e interessanti habitat del nostro territorio. Ulteriori e specifiche informazioni verranno rese disponibili sul sito www.viverelambiente.it è inoltre possibile ricevere per mail la scheda illustrativa delle singole uscite scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Manifesto delle attività 2019

Pieghevole delle attività 2019

Vai all'inizio della pagina

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione