Vivere L'Ambiente 2019 - 23° ciclo 

NATURA 2000Vivere l'ambiente 2019

Anche per il 2019 la sezione Giovane Montagna di Mestre aderisce all’attività di “Vivere l’Ambiente”, le cui uscite sono dedicate alla conoscenza di “NATURA 2000 - La rete europea per la tutela della biodiversità”, il grande sistema di riserve per la protezione delle biodiversità dell’Unione Europea: 27.000 siti naturali protetti, che corrispondono al 18% della superfice dell’Unione.

Quest’anno visiteremo nove tra i Siti di Interesse Comunitario (SIC) selezionati in Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia.Ne scopriremo ricchezze e fragilità, luci e ombre, passato e futuro, per farne un quadro e capire insieme se e quanto l’ambiente naturale risulta compresso tra la necessità e l’impegno per la sua conservazione e i molteplici interessi economici che ne compromettono l’integrità se non la reale sussistenza.

Con l’aggiunta delle serate culturali cercheremo di acquisire una visione dei più significativi e interessanti habitat del nostro territorio. Ulteriori e specifiche informazioni verranno rese disponibili sul sito www.viverelambiente.it è inoltre possibile ricevere per mail la scheda illustrativa delle singole uscite scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Manifesto delle attività 2019

Pieghevole delle attività 2019

30/09/2018 - MONTE FORNO: Il triplice confine tra Italia, Austria, Slovenia

Monte FornoIl ritovo è previsto alle ore 6.30 da Mestre - Park Decathlon - zona Auchan.

Si tratta di un itinerario singolare per la mèta: non capita tutti i giorni infatti di posare i piedi su tre Stati contemporaneamente: Italia, Austria e Slovenia. In cima al Monte Forno si realizza un abbraccio ideale tra culture e tradizioni diverse e qui, nel punto esatto dove i tre confini si incontrano, è stato posto un grande cippo in pietra e legno mentre poco distante, in un piccolo avvallamento, è stata eretta una stele di marmo sulla quale è inciso un inno all'amicizia nelle tre lingue.

Purtroppo è anche presente una serie di antenne e ripetitori particolarmente invasiva che non riesce comunque a scalfire la suggestione del luogo. Dalla cima si può godere il meraviglioso panorama sulle Alpi Giulie (catene dei Monti Mangart, Ialovec, Montasio e Jof Fuart), le Alpi Carniche e, verso Nord, su tutta la vallata sottostante con i bellissimi laghi carinziani (Ossiacher See, Faaker See, Woerther See), la cittadina di Arnoldstein, la citta di Villach e l'Alpe di Villach.

Il monte Forno è una montagna delle Caravanche, la cui altezza è di 1.508 metri. La parte preponderante del massiccio si trova in territorio austriaco nel comune di Arnoldstein, il settore italiano è nella municipalità di Tarvisio e quello sloveno nella località di Kranjska Gora. Il Monte Forno ha una connotazione storica molto importante essendo stato teatro di guerra per molti anni, ma oggi i tre Paesi si stringono simbolicamente la mano in segno di amicizia, e dal 1980 ogni anno sul finire dell'estate, proprio qui si tiene la caratteristica "Festa dell'Amicizia".

Qui puoi scaricare il programma completo dell'uscita in formato PDF

 

13/10/2018 - Altopiano del Cansiglio - Monte Pizzoc 1565 mt.

Monte PizzocIl ritovo è previsto alle ore 7:00 davanti alla sede.

Sabato 13 ottobre 2018 è in programma una gita escursionistica che ha come meta la cima del Monte Pizzoc, altopiano del Cansiglio.

Il monte Pizzoc si eleva nella parte Sud-Ovest del meraviglioso altopiano del Cansiglio. Esso sporge verso la pianura veneto-friulana come una grande piana squadrata e la sua foresta, dominata da faggi e abeti, fu per la Serenissima Repubblica di Venezia una risorsa inestimabile che, grazie alle sue peculiarità e alla sua primitiva bellezza, costituisce ancor oggi un bene naturale unico, patrimonio di tutti.

Leggi tutte le informazioni seguendo il link sottostante.

1/09/2018 - Dolomiti sinistra Piave - Monte Ferrara 2258 mt.

Monte FerraraIl ritovo è previsto alle ore 6:30 davanti alla sede.

Sabato 1 settembre 2018 è in programma una gita escursionistica che ha come meta la cima del Monte Ferrara.

Il Monte Ferrara è situato in una posizione centrale nel Parco delle Dolomiti Friulane, a circa 1.5 km ad ovest di Cima Postegae. Lungo il percorso si scorge l’inconfondibile Campanile di Val Montanaia e dalla cima si ha una splendida visione a 360° delle più famose cime del Parco: il Duranno, Cima dei Preti, Cima Laste, Cima Monfalcon, Monte Turlon.

Leggi tutte le informazioni seguendo il link sottostante.

5/08/2018 - Cima Sasso Bianco 2407 mt.

Cima Sasso BiancoIl ritovo è previsto alle ore 6:30 davanti alla sede.

Domenica 5 agosto 2018 è in programma una gita escursionistica che ha come meta la cima del Sasso Bianco.

Il Sasso Bianco è una suggestiva cima del gruppo della Marmolada, uno splendido terrazzo naturale da cui godere uno splendido panorama sulla maggior parte dei rilevi dolomitici. Lungo il percorso si potrà anche ammirare la grandiosa frana del Monte Piz che nel 1771 diede origine al lago di Alleghe.

Leggi tutte le informazioni seguendo il link sottostante.

14/07/2018 - Cima Cadin degli Elmi 2424 mt.

Bivacco Gervasutti 1940 mt. - Spalti di Toro

Cima Sasso BiancoIl ritovo è previsto alle ore 6:30 davanti alla sede.

Sabato 14 luglio 2018 è in programma una gita escursionistica che ha come meta la cima Cadin degli Elmi. 

L'escursione è di notevole impegno fisico e tecnico

La cima Cadin degli Elmi è l’ultima cima dello splendido gruppo Monfalconi-Spalti di Toro, la più alta fra le Cime Cadin (Cadin di Toro e Cadin di Vedorcia). Forcella Spe separa il gruppo dalla catena Preti-Duranno. All’apparenza inaccessibile dal versante Vedorcia, sul lato SO una semplice via normale, con tratti di I° grado, consente di raggiungere la panoramicissima vetta.

Leggi tutte le informazioni seguendo il link sottostante.

30/06/2018 - Cima Palombino 2579mt.

Monte PalombinoIl ritovo è previsto alle ore 6:30 davanti alla sede.

Sabato 30 giugno 2018 è in programma una gita escursionistica che ha come meta la cima del Monte Palombino. 

L'escursione è di difficoltà EEA (escursionisti esperti - attrezzata) per la presenza di un tratto attrezzato con corde fisse. Sarà quindi necessaria e obbligatoria la dotazione da ferrata (casco, kit da ferrata, imbrago)

L'isolata cima del monte Palombino, posta sulla linea di confine tra l'Italia e l'Austria, fa parte della catena principale delle Alpi Carniche. La raggiungiamo da Pra Marino in Val Visdende.

Leggi tutte le informazioni seguendo il link sottostante.

Vai all'inizio della pagina

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione